Gli errori che commetti, ogni giorno, nella tua toelettatura.

Esiste un costo, un grande costo, che ai tuoi occhi non appare subito.. Può essere terribile ed addirittura mortale per la tua toelettatura.. Riesci a dirmi di quale costo parlo?

Hai pensato subito alle tasse ma mi spiace, non sono le tasse.  Come non è il mutuo/affitto o il personale. Non sono nemmeno le materie prime o le attrezzature che spesso possono rompersi.

Il costo di cui DEVI assolutamente preoccuparti e di cui sto parlando, che uccide la tua toelettatura è avere l’agenda vuota!

È inutile girarci intorno. RIEMPIRE la tua agenda, il tuo tempo è la preoccupazione più grande. Poi, in un secondo momento, possiamo pensare di migliorare le strategie, la gestione, il personale, ecc..

Ma per prima cosa, devi ridurre o ELIMINARE le tue ORE LIBERE.

Io l’ho fatto. Negli ultimi anni sono riuscito a raddoppiare il fatturato della mia toelettatura, ho assunto dei dipendenti e, per di più, sono riuscito a farlo investendo in un terzo del mio tempo rispetto a quello che investivo prima!

Ma soprattutto, ho iniziato ad avere tempo da investire nelle cose realmente importanti.

Potrai farlo anche tu, se metterai in pratica i consigli che trovi in queste pagine, e che potrai scoprire se verrai a uno dei miei corsi.

Puoi avere anche la toelettatura più bella del pianeta, quella dove si toelettano i cani più belli del mondo, quella dove si usano i prodotti migliori del mondo, quella dove vanno i clienti più VIP del pianeta.

Ma se nessuno sa che esisti, tutte queste indiscutibili meraviglie ti saranno completamente inutili: la tua toelettatura sarà quasi sempre vuota.

E, con i tempi che corrono, rischierà anche di chiudere i battenti.

Quello che ti serve, a questo punto è una strategia di marketing ed io te la insegnerò se continuerai a seguirmi e a darmi ascolto.

La guerra la vince chi ha la strategia migliore, non da chi spara più proiettili o fa i prezzi più bassi.

Oggi si dice spesso che se non fai marketing non sei nessuno ed in effetti è così. Poi c’è da aggiungere che oggi ci sono talmente tanti modi per fare marketing, talmente tanti strumenti a tua disposizione, che non hai più alcuna giustificazione se ancora non hai deciso di farlo. Ma devi studiare il modo migliore per farlo, non puoi improvvisarti.

Intanto inizia a riflettere sul fatto che hai dei NEMICI!

Molti non li conosci. Altri invece non sai che sono nemici in quanto ti trattano da amico. In queste righe vorrei iniziare a farti capire chi sono le persone di cui non ti dovresti fidare.

Sicuramente hai tanti altri problemi, avere un’attività non è una cosa semplice;

  • i dipendenti che si mettono in malattia;

  • i fornitori che cercano di fregarti vendendoti cose che non servono;

  • la banca che non ti concede credito oppure ti aumenta i costi…

Questi sono i primi nemici..

Ma ce ne sono altri che non ancora riesci a vedere;

  • L’amico grafico a tempo perso. Colui che ti stampa i volantini, e ti da qualche consiglio su cosa scrivere, senza avere conoscenze di marketing o dandole per scontato.. Oppure, ancor peggio, non conoscendo il copywriting (che è l’arte di scrivere per vendere).

  • La web agency creativa che ti cura la Pagina Facebook, instagram o che ti gestisce il sito, senza una precisa strategia; il cui unico obbiettivo è quello di far vedere a più persone possibili i tuoi post perché per loro quello che conta sono LIKE ED INTERAZIONI.. Ti accorgerai solo tardi che non ti saranno serviti per pagare ri.ba, bollette e fatture.. e che non ti hanno nemmeno fatto accumulare soldi in banca.

I l MARKETING è una SCIENZA e tuo “cugggino smanettone” mago del computer non è un esperto affidabile, senza nulla togliere a lui o all’agenzia a cui ti affidi.

Leggendo queste pagine scoprirai molte cose a cui non avevi mai dato peso, o a cui non avevi mai prestato attenzione, iniziando dalle informazioni che ti ho dato fino ad ora.

Non mi fraintendere, molti di questi nemici NON lo fanno volontariamente: non sono in cattiva fede.

Semplicemente NON hanno gli strumenti necessari per aiutarti sul serio.

Il punto, al centro di tutta la faccenda è che: oggi chi opera nel mondo della toelettatura lavora tanto, ma NON guadagna altrettanto.

E, NON è c olpa della crisi.

La “crisi”, dal mio punto di vista, non esiste.

Di fatto la crisi non è altro che un AMPLIFICATORE degli errori commessi in passato. Li trasforma in macigni enormi e fa sprofondare miseramente chi li ha commessi e non prende provvedimenti.

Il clima di terrore che si è venuto progressivamente a creare negli ultimi anni non aiuta, certo, ma    non  può  essere la spiegazione (o almeno la prima ed unica spiegazione) delle DIFFICOLTÀ in cui si trovano tante toelettature.

Allora perché la tua toelettatura è vuota e invece altre, anche nella tua città, hanno liste d’attesa lunghe settimane?

Ci sarà qualcosa che i titolari hanno fatto per arrivare a questo risultato.. O forse, ci sono alcune cose che loro NON fanno?

Parlo di errori terribili che probabilmente tu stai commettendo. Non mi fraintendere, non dico che sia colpa tua. Magari nessuno ti ha mai detto che si trattava di errori…

Ma dopo aver letto queste pagine non avrai più scuse!

Di seguito un elenco dei maggiori errori che sicuramente starai commettendo:

  • Non avere un controllo di gestione efficace.

Troppo spesso usi come metro di valutazione l’incasso giornaliero e lo paragoni a quello dello stesso giorno dell’anno precedente: tale procedura rischia di portare fuori strada l’imprenditore che deve invece guardare i numeri e interpretarli nella sua totalità.

Il bilancio che porti al commercialista non ti fornisce gli indicatori necessari per una corretta gestione dell’impresa.

Mancano infatti voci essenziali quali:

  • clienti attivi
  • valore del brand
  • pubbliche relazioni
  • Non avere un TEAM motivato e affiatato.

Commettendo questo errore le performance della tua azienda  sono ridotte notevolmente. Tutto dipende dall’efficacia e dalla voglia di lavorare dei tuoi collaboratori, che troppo spesso è diversa da quella che hai in mente.

  • Cattiva gestione del tuo TEMPO.

Il tempo è la ricchezza più grande che hai a disposizione: troppo spesso la giornata dell’imprenditore si riempie di impegni e lavori non importanti e vengono invece trascurate tutte quelle  a zioni che farebbero una grande differenza per la tua azienda.

  • Non DELEGARE in modo efficace.

Il lavoro dell’imprenditore è quello di lavorare sopra l’azienda e n on dentro l’azienda: senza eseguire una giusta procedura di delega l’imprenditore si trova a svolgere lavori tecnici che non aggiungono valore all’impresa.

  • Sottovalutare l’importanza del MARKETING.

Anche una piccola impresa come una toelettatura necessita di una o più persone che si dedicano a questa pratica, altrimenti sarebbe come correre il Gran Premio di FORMULA 1 senza una ruota.

I tuoi clienti hanno un costo: non sono gratuiti. Sta a te individuare e rendere sostenibile quell’investimento

  • Non avere un ORGANIGRAMMA aziendale adeguato.

Questa parola risulta sconosciuta alla maggior parte delle piccole medie imprese italiane.

Un organigramma efficiente permette di dividere i compiti in base alle qualità dei tuoi collaboratori, liberando l’imprenditore da interi rami aziendali.

  • Concentrare tutti gli sforzi solo su un PRODOTTO o abbassare i PREZZI per rendersi competitivi.

Il prodotto dovrebbe essere solo l’ultimo anello del tuo ciclo aziendale: abbassare il prezzo significa togliere energia vitale  all’azienda.

  • Non organizzare RIUNIONI o fare riunioni non efficaci.

Una riunione con i propri responsabili o con i propri collaboratori è un momento magico dove decidi le sorti della tua azienda: deve tenere conto di tanti piccoli accorgimenti che se trascurati vanificheranno i tuoi sforzi.

Saper condurre una riunione significa programmarla con cadenza regolare, a prescindere dall’andamento generale, poiché è uno degli strumenti più potenti che hai a tua disposizione.

  • Non creare una appropriata impalcatura di KPI (Key Performance Indicator) a sostegno del tuo controllo di gestione.

I numeri che possono indicare l’andamento della tua azienda sono ovunque ma spesso ti dimentichi di quanto importanti essi  siano.

  • Pensare che l’imprenditore non necessiti di FORMAZIONE.

Tu stai gestendo valori come: affitti di immobili, gestione magazzini, stipendi per collaboratori, esposizione al rischio, arredamenti, macchinari, tutto questo per centinaia di migliaia di euro.

Quindi ti chiedo: tu quanta formazione hai avuto per gestire al meglio tutto ciò?

  • Non avere i giusti stimoli e una MISSION aziendale.

Troppo spesso ho a che fare con imprenditori che hanno deciso di intraprendere la loro attività per un motivo sbagliatoo addirittura per caso, pensando che sia un lavoro facile con il quale guadagnarsi da vivere.

DEVI invece trovare la tua vera passione e costruirci intorno la tua grande azienda.

  • Non sentirsi CAUSA dei propri insuccessi.

Il comune denominatore del fallimento sono le SCUSE: l’imprenditore che NON si prende la responsabilità delle proprie azioni tenderà ad incolpare fattori esterni come il governo, le tasse, la concorrenza, la crisi, ecc.

Tutte cose che lo distraggono dal guardare i propri errori, che poi sono la vera causa dell’insuccesso.

  • Non risolvo problemi SPECIFICI.

Se non risolvo problemi SPECIFICI al mio potenziale cliente e invece sono generalista, mi vado a scontrare contro migliaia di concorrenti generalisti come me, vanificando gli sforzi di m arketing.

  • Non avere una LISTA DI  CONTATTI…

con la quale comunico periodicamente e non occuparmi di incrementarla continuamente.

Lavorare con clienti che sono già stati nella mia toelettatura o nel mio negozio è 10 volte PIÙ SEMPLICE che creare un cliente nuovo.

  • ASSUMERE collaboratori solo quando ne ho  bisogno.

Se ASSUMO solo nel momento dell’urgenza, mi accontento di persone che NON hanno le potenzialità per aggiungere valore alla mia azienda.

Un buon imprenditore è sempre alla ricerca di nuovi talenti.

  • Sottovalutare l’importanza del WEB.

Oggi più di prima, il cliente sceglie in anticipo dove andare a spendere i suoi soldi, in questo modo riduce le possibilità di prendere una fregatura.

Negli ultimi 5 anni la percentuale di chi ha scelto in anticipo è salita di circa il 70%.

Quindi, non attuare delle politiche web, corrisponde a rinunciare ad una fetta di mercato enorme.

  • Non avere un BUSINESS PLAN.

Non averlo, o non sapere come farne uno, è un grosso errore.

Il business plan è uno strumento ottimo in fase di startup e non solo, lo è anche in ottica di espansione.

  • Non avere un PIANO DI CRESCITA.

Un errore molto comune è quello di NON avere un piano preciso di crescita e di espansione, ma anche di incentivazione per ogni figura all’interno dell’azienda.

L a crescita non è il risultato occasionale e fortuito dei capricci del destino: è una cosa che PUÒ e DEVE ESSERE P IANIFICATA.

  • Rinunciare a seguire GIORNATE FORMATIVE per il tuo bene e quello del tuo locale.

Ricorda: i soldi che investi in formazione ti rientrano moltiplicati per dieci, per cento, per mille!

Per poter gestire al meglio la tua attività, hai bisogno di un corso specifico per poter apprendere le più efficaci e moderne tecniche che un imprenditore deve conoscere in materia di marketing, risorse umane e controllo di gestione.


Prima di salutarti, vorrei dirti chi sono e di cosa mi occupo.

Mi chiamo Pietro Maccarone, sono nato a Caserta e sono un imprenditore nel settore della toelettatura e del pet commerce.

Nel 2013 all’età di 26 anni sono diventato il titolare di Beauty Dog. Una toelettatura per cani.

Trovarsi tra le mani un’attività non è stato per niente facile, soprattutto se fino al giorno prima facevi altro..

Ho iniziato ad occuparmi di tutto in prima persona: dal centralino per le prenotazioni alle attrezzature che ogni tanto mi mollavano.

E poi il commercialista, fatture, fornitori…

Mi sembrava di non avere più una vita ma un insieme INFINITO di grandi e piccoli problemi da risolvere quotidianamente.

In questo report ti ho dato qualche accenno su come è indispensabile muoversi per replicare i miei passi. Se vuoi però che ti SVELI  in dettaglio le mie POTENTI  STRATEGIE, le tecniche infallibili che ho messo a punto e avere un DISTILLATO di tutto ciò che di più avanzato esista sul mercato per ECCELLERE, è necessario che tu segua i miei eventi formativi dal vivo.

SOLO nei miei CORSI imparerai a:

  • riempire la tua toelettatura;
  • lavorare meno ed in modo più performante;
  • avere uno staff efficiente e preparato;
  • ridurre i costi e gli sprechi;
  • conoscere le più efficaci ed innovative strategie di marketing;
  • incrementare in modo impensato il tuo fatturato.

Tutto questo è possibile. Io l’ho fatto, e so come si fa.

Quindi te lo posso insegnare. Anche tu, se seguirai i miei consigli, potrai farlo!

Immagina come sarebbe la tua vita se tutte le cose che ti ho appena detto si realizzassero. Se non fossi più schiavo e prigioniero del tuo locale, se fossi libero di prendere e partire per una settimana all’improvviso senza che il tuo locale ne risenta.

Se i guadagni aumentano, non dispiace a nessuno. Specialmente quando questo aumento è inversamente proporzionale alle tue o re di lavoro che al contrario diminuiscono

Tutto questo è possibile…

Scrivimi e sarò felice di aiutarti..

1 commento su “Gli errori che commetti, ogni giorno, nella tua toelettatura.”

  1. Pingback: Vuoi nuovi clienti o clienti migliori? Lavoriamo sul Focus e sul Posizionamento – Mac Pets

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *