Guida rapida su come aprire una toelettatura per cani e gatti.

Toelettatura Beauty Dog di San Salvo (CH)

E’ evidente che la tua passione sono gli animali, altrimenti non saresti qui a leggere questa guida, e stai pensando di aprire una toelettatura per cani e gatti cosi da poter trasformare la tua passione in un bellissimo lavoro.

Come fare quindi per aprire una toelettatura per cani?

Partiamo col dire che prima di cimentarsi nell’apertura di una toelettatura sarebbe bene preparare un business plan che tenga conto di:

  •  quante toelettature ci sono nel proprio paese,
  •  quanti abitanti vivono nel proprio paese,
  •  che indotto genera la popolazione vicina al mio paese.
Da qui si possono buttare giù un pò di numeri per poter capire quali sono “entrate” ed “uscite”, e se quindi l’attività regge.

Da questa ricerca, potete farvi un’idea di quella che “potrebbe” essere la vostra possibile clientela. Potrebbe, perchè, se non siete preparati e non avete seguito un valido corso di toelettatura, il tutto potrebbe rivelarsi un buco nell’acqua con un dispendio di soldi ed energie non indifferente.

Dalle nostre ricerche abbiamo dedotto che, in paesi con uno scarso indotto limitrofo, possiamo dire che una toelettatura ogni 10 mila abitanti è più che sufficiente per tirar su uno stipendio a volte anche risicato. In paesi o città che godono di un buon indotto generato da paesi e città limitrofe, possiamo anche non tener conto del dato dei 10 mila abitanti ma c’è comunque da tenerlo in considerazione, in quanto, in base a quel dato possiamo sapere quanti cani ci sono nelle nostre aree di interesse e quindi quanti possibili clienti possiamo avere.

Un punto strategico dove aprire la nostra toelettatura sono:

  • di fianco ambulatori o cliniche veterinarie,
  • nelle vicinanze di parchi o aree sgambamento,
  • di fianco o dentro grandi negozi di petfood (Arcaplanet, Maxizoo, L’isola dei tesori, ecc..), sempre che non abbiano già la toelettatura al loro interno. In quel caso meglio evitare.

Fatte queste brevi analisi, se i numeri sono corretti e volete cimentarvi in questa nuova attività, vi consiglio di sondare internet e cercare un buon corso di toelettatura.

E adesso vi starete chiedendo; e dove lo faccio il corso di toelettatura visto che non sono del settore?

Benissimo, domanda più che giusta. La nostra azienda si occupa anche di indirizzarvi da chi, secondo noi, può insegnarvi bene questo mestiere. Perchè è importante conoscere le basi altrimenti avrete degli anni in salita prima che riuscirete a conoscere trucchi e segreti per accontentare ogni cliente e fare bene ogni tipo di lavoro.

La nostra azienda, nel corso degli anni, ha stipulato accordi commerciali con le principali aziende del petfood, ed oltre all’allestimento della toelettatura, possiamo aiutarti ad avere ogni tipo di mangime o accessori con delle scontistiche riservate solo ai nostri affiliati. Questo ti aiuterà ad investire meno soldi nell’allestimento del tuo negozio e ad avere un vasto assortimento di prodotti in modo da accontentare tutti i tuoi clienti avendo dei margini di guadagno molto convenienti.

Inoltre, i nostri corsi di marketing, ti aiuteranno a fidelizzare il cliente cosi da non doverti preoccupare della concorrenza perchè tutto è incentrato sulla professionalità ed il servizio.

Cosa dice la normativa?

Per aprire una toelettatura è necessario il permesso del Comune, che viene rilasciato dopo il parere positivo dell’Ufficio Veterinario dell’Asur (Azienda Sanitaria Unica Regionale).

Il Toelettatore viene inquadrato nella Classificazione delle attività economiche Ateco 2007 con il codice 96.09.04 e riguarda i Servizi di cura degli animali da compagnia (esclusi i servizi veterinari), in particolare: servizi di cura degli animali da compagnia quali: presa in pensione, toelettatura, addestramento, custodia; attività dei canili; attività dei dog-sitter; servizi degli accalappiacani. Ad oggi non esiste un albo dei toelettatori nè una certificazione che abiliti alla professione, ma chi intende avvicinarsi al mondo della toelettatura dovrebbe intraprendere un percorso formativo di settore prima di iniziare l’attività.

Richieste per le autorizzazioni:

Per iniziare con la richiesta delle autorizzazioni è necessario presentare la SCIA (ossia la Segnalazione Certificata di Inizio Attività) per toelettatura animali al SUAP (Sportello Unico per le Attività Produttive) come previsto dall’articolo 19 della Legge 07/08/1990, n. 241.

Per non avere sorprese, è importante avere la seguente documentazione:

  • certificazione dell’impianto idrico ed elettrico;
  • pareti lavabili ed igienizzabili altezza 2,20 metri, (piastrelle, smalto, resina, ecc.)
  • sala d’attesa divisa dalla stanza di toelettatura;
  • superficie aereo-illuminante (porte e finestre apribili verso l’esterno) pari ad 1/10 della superficie calpestabile destinata alla toelettatura;
  • prese elettriche ed interruttori a tenuta stagna. Eventuali pompe di sollevamento vasche e tavoli come pure le elettrovalvole dei self service dovranno lavorare a bassa tensione (12 o 24 Volts);
  • pozzetto di decantazione al servizio di ogni vasca per dividere le acque scure dal pelo morto che non raggiungerà così il condotto fognario;

Quelle sopra sono le richieste base di tutte le ASUR poi a seconda delle regioni/provincie possono essere richiesti anche altri requisiti come:

  • impianto d’aspirazione;
  • deumidificatore;
  • apparecchiature elettriche marchiate Ce;
  • relazione d’impatto acustico;

Quando posso aprire la mia TOELETTATURA?

Una volta presentata la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) si può aprire la propria toelettatura. 
Nel caso in cui manchino i requisiti o i presupposti necessari all’esercizio dell’attività, l’Amministrazione competente può emettere, entro 60 giorni dalla ricezione della segnalazione, un provvedimento che impone il divieto di prosecuzione dell’attività e la rimozione di eventuali effetti dannosi. Ove possibile, l’interessato può conformare l’attività e i suoi effetti alla normativa vigente entro un termine, non inferiore a 30 giorni, fissato dall’Amministrazione (articolo 19 della Legge 07/09/1990, n. 241). Quando siano state rese, consapevolmente o inconsapevolmente, false dichiarazioni sostitutive di certificazione e dell’atto di notorietà, l’Amministrazione può adottare un provvedimento di interruzione dell’attività anche dopo che siano trascorsi i sessanta giorni dalla segnalazione. Saranno comunque applicate le sanzioni penali previste dal Decreto del Presidente della Repubblica 28/12/2000, n. 445.

QUALI ATTREZZATURE SCEGLIERE?

Il nostro consiglio è sempre quello di scegliere attrezzature MADE IN ITALY, anche se più costose di quelle di importazione, vi daranno un’affidabilità superiore.

 

Contattaci per avere maggiori informazioni o richiedere il tuo preventivo, allestiremo la tua toelettatura con le migliori attrezzature e ti affiancheremo per il corso di Toelettatore e per il corso Marketing, fondamentale per acquisire e mantenere nuovi clienti. 

compila il form contatti

 

 

1 commento su “Guida rapida su come aprire una toelettatura per cani e gatti.”

  1. Pingback: FORMA GIURIDICA: Ditta Individuale, Società di capitali o Società di persone? – Mac Pets

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *